Sassari mariana invoca la Madonna delle Grazie

Non è certo il clima plumbeo del 1943 e la minaccia non è proprio incombente come quella di settantanove anni fa, ma le analogie, oggi, rispetto a quel maggio drammatico sono davvero tante. Quando i giorni scorsi due scosse di terremoto di certa intensità, sono state registrate a Firenze, con epicentro a Impruneta, piccolo borgo a una manciata di chilometri dal capoluogo toscano, in tanti, con sarcasmo, davanti alla tv, hanno commentato: «Ci manca solo la catastrofe naturale». Mai come quest’anno il Mese mariano si è aperto in un’atmosfera che richiama quella dei giorni in cui ebbe origine il Voto alla Madonna delle Grazie, voluto dall’arcivescovo Arcangelo Mazzotti in una città minacciata dai bombardamenti

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati