Ritiro del clero, una mano tesa alla diversità

Qual è l’approccio più corretto nei confronti delle disabilità? Che tipo di preparazione serve per affrontare un tema così delicato e pregnante? Nel ministero sacerdotale spesso si incontrano persone diverse, qual è l’atteggiamento da adottare? Temi delicati e importanti al centro di una giornata di formazione, organizzata e promossa il 28 febbraio scorso, nel centro di alta formazione di San Giorgio dove si è svolto il secondo incontro con i giovani sacerdoti under 10 della diocesi turritana. L’incontro, animato dall’ufficio catechistico e coordinato da suor Carmela Tornatore, con la partecipazione della neuropsichiatra infantile Daniela Garau e di Bernardetta Nieddu, è servito ad affrontare situazioni che un sacerdote è chiamato a vivere pienamente.
Si tratta di un’esperienza profondamente sinodale su una questione delicata che tocca

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati