“Vaccini, la precedenza ai fragili”

Nuovo incontro dei vescovi sardi nella bella cornice di Donigala Fenughedu dove la Conferenza episcopale regionale – riunita al completo sotto la presidenza di monsignor Antonello Mura – ha manifestato preoccupazione per la recrudescenza del fenomeno pandemico, in particolare per le drammatiche ricadute sul mondo del lavoro, sull’economia e sull’educazione. I vescovi hanno auspicato che la campagna vaccinale possa essere potenziata, rimarcando, al contempo, che si faccia attenzione alle persone più vulnerabili e fragili, oltre che sia organizzata territorialmente in modo da non dimenticare alcuno.
I presuli sardi hanno rimarcato, ancora una volta, la vicinanza della Chiesa alle persone in difficoltà, soprattutto tramite le Caritas diocesane: «una prossimità concreta che sta dando risposta ai bisogni primari». Facendo riferimento alla recente Giornata nazionale istituita in memoria delle vittime del Covid-19, la Conferenza ha ricordato, con commozione e ammirazione,

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati