“Che la parola ritorni tra le case”


Di Antonio Meloni
Pubblicato nel N° 33 del 21.09.2020

Non è certo un atto d’autorità, tanto meno un asettico provvedimento d’ufficio, ma un gesto di autentica cura pastorale e di amore verso la diocesi affidata al vescovo dal papa. Anche per questo motivo l’arcivescovo Gian Franco ha scelto di comunicare alla stampa nomine e trasferimenti dei sacerdoti della diocesi a Porto Torres, nella cripta dei protomartiri sotto la basilica di San Gavino. Non perché si tratta di un luogo di rara bellezza, ma «Per compiere un atto di Chiesa, che non vuole essere un’operazione meramente burocratica frutto di chissà quali alchimie, piuttosto l’esito di una decisione ponderata maturata dopo riflessione attenta e intensa preghiera». Così l’esordio del messaggio

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati