Voto, ritorno alle origini


Di Antonio Meloni
Pubblicato nel N° 30 del 31.08.2020

Di una Faradda senza processione non si hanno notizie storiche e questo è un elemento che riserva all’edizione 2020 una collocazione speciale negli annali di storia dei Candelieri. L’emergenza sanitaria che in questi giorni – complici le vacanze e scelte politiche fuori luogo – sta facendo registrare una preoccupante recrudescenza, a metà agosto aveva già indotto le autorità cittadine, civili e religiose, a rivedere buona parte del protocollo che caratterizza una festa di popolo sacra e gioiosa. Una sorta di ritorno al passato, dato che, in assenza di riscontri, è ragionevole supporre che il primo Voto, quello delle origini, non avesse una processione, almeno non come la conosciamo oggi. La sera del 14 agosto, nella chiesa di Santa Maria di Betlem, il Voto alla Madonna Assunta è stato sciolto in un clima di intensa spiritualità, ma non al culmine della consueta processione che

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati