L’Ateneo turritano vince e rilancia


Di Giuseppe Satta
Pubblicato nel N°

Dopo avere conquistato il secondo posto nella classifica nazionale Censis delle università medie, per il quinto anno consecutivo l’Ateneo turritano potenzia l’offerta formativa e lancia tre nuove lauree portando a 60 il totale dei corsi di studio, di cui 31 lauree triennali, 23 magistrali, 6 magistrali a ciclo unico, 36 ad accesso libero e 24 ad accesso programmato (15 locali e 9 nazionali). Novità importanti presentate alla stampa, a fine luglio, dal rettore Massimo Carpinelli, durante un incontro nell’aula magna di piazza Università. Nel rispetto delle norme anticovid, affiancato da Rossella Filigheddu (delegata per la didattica) e Massimo Dell’Utri (direttore della Scuola superiore di Sardegna), il Magnifico, non senza soddisfazione, ha illustrato il nuovo piano per l’anno accademico che si apre a novembre. Le novità più importanti sono certo rappresentate dalle lauree magistrali in «gestione dei flussi migratori» e «innovation management for sustainable tourism» nonché il corso di laurea triennale in «tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia», che abilita alla professione di tecnico di radiologia. Aumentano, però,

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati