Una corsa contro il tempo


Di Gian Piero Farena
Pubblicato nel N° 31 del 07.09.2020

Si avvicina il giorno del ritorno a scuola per l’inizio del nuovo anno scolastico. A oltre sei mesi dalla chiusura delle aule, però, gli studenti hanno varcato già due volte le porte dei loro istituti. La prima occasione per uscire dall’isolamento della didattica a distanza è stata quella degli esami di maturità in presenza e la seconda, con l’eccezione delle scuole che hanno fatto scelte diverse, è stata invece quella dei corsi di recupero iniziati poco più di una settimana fa. Sia la chiusura dopo il lockdown che questi due successivi appuntamenti in classe sono stati accompagnati da una miriade di previsioni, ipotesi e proposte che, a fronte di poche linee direttive comuni, hanno creato un continuo stato di ansia e confusione fra gli studenti, nelle loro famiglie e nell’intera comunità. Il risultato è che di scuola si è parlato ogni giorno, prima isolati a casa e poi alla ripresa graduale delle varie attività, nei

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati