Oghes, in studio l’arcivescovo: “Che la faradda sia festa di tutti”


Di Antonio Meloni
Pubblicato nel N° 30 del 31.08.2020

Dopo una serie di puntate in esterna, le scorse settimane Oghes ha ripreso la programmazione nella nuova redazione di Libertà, all’interno dell’ex circolo culturale Silvio Pellico, in via dei Mille, sede del Centro pastorale diocesano. Per l’occasione, prima della pausa estiva, abbiamo incontrato l’arcivescovo Gian Franco Saba e avviato con lui una riflessione ampia che parte dai problemi legati alla comunicazione e dall’esigenza ormai irrinunciabile di andare verso le nuove tecnologie, tenendo conto del fatto che, già da due anni, Libertà, accanto all’edizione cartacea, ha una produzione web di una certa importanza legata al tg, al contenitore Oghes e ad altri progetti in corso di realizzazione. Ma la conversazione ha

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati