La vita si fa storia, 110 anni di Libertà


Di Michele Spanu
Pubblicato nel N° 29 del 27.07.2020

Quando si celebra un anniversario importante viene spontaneo il desiderio di invitare gli amici per fare festa. E a volte capita che durante i festeggiamenti qualche invitato mostri con orgoglio a tutti gli altri una fotografia che permette di risvegliare un’emozione, dando luce e forma a un istante che sembrava disperso nel mare della memoria. Oggi celebriamo i 110 anni di vita del nostro settimanale diocesano, fondato nel lontano 1910 da uno straordinario gruppo di intellettuali animati dal Servo di Dio padre Giovanni Battista Manzella. E noi della redazione di Libertà vogliamo vestire i panni di quell’invitato che decide di sfogliare, davanti a tutti, l’album dei ricordi per riportare alla mente, e al cuore, gli episodi più significativi di questa grande esperienza editoriale che ha mosso i primi passi agli inizi del Novecento. Un’altra epoca, letteralmente.
Abbiamo così pensato di dare vita a un’edizione speciale che potesse ospitare alcune tra le più significative pagine della vita del nostro settimanale, scelte non tanto su criteri giornalistici o storiografici, ma a partire da una frase di Papa Francesco contenuta nel messaggio per la 54ma giornata mondiale delle comunicazioni sociali: «la vita si fa storia». Ci siamo tuffati tra i faldoni dell’archivio con questa consapevolezza. Perché pensare che «la vita si fa storia» significa

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati