Continuità territoriale: incognità sulla stagione turistica


Di Michele Spanu
Pubblicato nel N° 6 del 10.02.2020

Corsa contro il tempo per garantire la continuità territoriale aerea. Il 16 aprile scadrà il vecchio sistema che in questi anni, pur con diversi limiti, ha assicurato collegamenti a prezzi contenuti verso Roma e Milano dai tre scali aeroportuali sardi. Dopo questa data si prevede un vero e proprio salto nel buio. Al momento è impossibile prenotare un volo in continuità a partire dal 17 aprile, giorno successivo alla scadenza: un’incognita che rischia di pesare non soltanto sul diritto alla mobilità dei sardi ma anche sulla stagione turistica ormai alle porte.
La politica regionale è impegnata in un confronto non facile con le istituzioni europee e con il governo nazionale. Il Presidente della Regione, Christian Solinas, in un primo momento ha portato avanti un piano che prevedeva la tariffa unica per residenti. Improvvisamente, nel mese di gennaio ha cambiato strategia proponendo un sistema di doppia tariffa per l’estate e l’inverno e per residenti e turisti con la richiesta di riapertura delle tratte agevolate, solo per i residenti nell’Isola,

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati