Il volto umano dello sport


Di Antonio Meloni
Pubblicato nel N° 2 del 13.01.2020

Tempo fa durante una trasmissione televisiva in prima serata venne intervistato il compianto scrittore Luciano De Crescenzo.
Il tema era molto delicato, si parlava dell’essere umano e delle sue caratteristiche peculiari in quanto tale. Con una domanda volutamente provocatoria, il conduttore chiese a un tratto quale fosse il suo metro di giudizio per valutare una persona. De Crescenzo ebbe qualche secondo di esitazione poi rispose: «Faccio sempre la media tra l’uomo e il professionista, se è perdente il primo lo è anche il secondo». Che siano eminenti politici o intellettuali raffinati, imprenditori illuminati,

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati