Le iniziative del mese missiorario straordinario


Di don Tonino Canu
Pubblicato nel N° 34 del 30.09.2019

Si aprirà il prossimo primo ottobre il Mese missionario straordinario voluto dal Santo padre Francesco per celebrare il centenario della promulgazione della lettera apostolica Maximum illud di Benedetto XV. Per l’occasione, anche nella diocesi turritana, è stato predisposto un ricco calendario di appuntamenti dedicati all’evento che si celebra in tutto il mondo cattolico. Perfino in Madagascar, i tanti bambini di Analavoka, di Isifotra e degli altri villaggi del distretto pastorale, costruiranno, con don Francesco Meloni, cinque barche missionarie, così come faranno anche i bambini di Sassari che sabato 12 ottobre parteciperanno alla festa, allegra e colorata, pensata proprio per loro perché anche i bambini, come gli adulti, sono invitati a condividere il dono battesimale della fede. È questa solo una delle iniziative che nella diocesi turritana il Centro missionario ha organizzato in collaborazione con altri uffici diocesani per vivere intensamente il mese di ottobre, che avrà il suo culmine nella giornata di domenica 20, con la celebrazione, in tutte le parrocchie, della Giornata missionaria mondiale intitolata: «Battezzati e inviati, la Chiesa di Cristo in missione nel mondo». Che la spinta missionaria scaturisca dal profondo di cuori scaldati dalla fede, lo dimostrano anche la vita e le opere di santa Teresa del Bambino Gesù, la cui festa, all’inizio del mese missionario, sarà celebrata da tutte le religiose che proprio in quel giorno partecipano alla loro Giornata Missionaria. Si sono date appuntamento a Casa

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati