Stagione lirica, abbonamenti in crescita


Di RedL
Pubblicato nel N° 33 del 23.09.2019

È un grande ritorno quella della stagione lirica che i prossimi giorni riapre i battenti forte di un nuovo un record di abbonamenti. Tra conferme e nuovi spettatori, infatti, quasi duemila persone si sono assicurate un posto per le cinque produzioni, in programma al Comunale di Sassari, tra il 27 settembre e il 15 dicembre. Un lusinghiero 20 per cento in più rispetto alla scorsa stagione testimonia la grande passione dei sassaresi per un genere che fa parte della loro cultura. Come sempre, le opere saranno proposte in prima il venerdì alle 20.30 e, in replica, la domenica alle 16.30. Il cartellone è stato presentato i giorni scorsi, a Palazzo ducale, presente il sindaco Nanni Campus, affiancato dall’assessore alla Cultura Rosanna Arru, dal presidente dell’Ente concerti Alessandro Bisail, dal vice, lo storico Antonello Mattone, e dal direttore artistico Stefano Garau.
Debutto dedicato al compositore Nino Rota, a 40 anni dalla scomparsa, con la prima assoluta in Sardegna della farsa musicale in quattro atti «Il cappello di paglia di Firenze» (27-29 settembre). Rota, noto per le immortali colonne sonore di tanti capolavori cinematografici – tra cui i primi due capitoli della saga del Padrino e tutti i film di Federico Fellini fino al 1979 – scrisse, con la madre Ernesta Rinaldi, anche il libretto dell’opera. Il Cappello, composto nel 1945, debuttò al teatro Massimo di Palermo nel 1955. L’allestimento in scena a Sassari proviene dalla Fondazione

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati