Posa della prima pietra del nuovo oratorio di Bancali


Di Antonio Meloni
Pubblicato nel N° 33 del 23.09.2019

Il 18 settembre nella borgata di Bancali sarà segnata sul calendario come una data storica. A due anni dal crollo che dopo un temporale estivo, nell’agosto del 2017, aveva provocato il distacco di una parte del vecchio oratorio, redendolo inagibile, mercoledì scorso, durante una cerimonia, al termine della funzione religiosa presieduta dal parroco don Antonio Serra, è stata posata la prima pietra del nuovo oratorio che sorgerà sulle «ceneri» del vecchio edificio, proprio di fianco alla Parrocchiale dedicata a San Gavino martire.
«Un sogno che diventa realtà – ha detto il parroco al termine della serata – grazie a Dio e alla tenacia della parrocchia, dopo il momento di crisi e di prova con il crollo dell’oratorio, la comunità adesso può iniziare concretamente a sperare nella possibilità di avere un luogo dove apprendere l’arte dello stare insieme alla luce dell’insegnamento del Vangelo». «Abbiamo grande fiducia nella Provvidenza – ha proseguito il parroco – affinché chi può, con il suo contributo, possa aiutarci a raggiungere la somma necessaria per la conclusione dei lavori, la parrocchia ha promosso

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati