Gremi/ Gli autoferrotranvieri


Di Luca Foddai
Pubblicato nel N° 42 del 17.12.2018

Il gremio degli Autoferrotranvieri è il più giovane tra i sodalizi oggi attivi a Sassari che si rifanno alla tradizione delle corporazioni di arti e mestieri. Nasce infatti nel 1938, in anni nei quali il Comitato provinciale per le arti popolari puntava ad un rinnovo della Faradda del 14 agosto, entrata in una fase di crisi nei primissimi decenni del XX secolo.
Anche se da più parti è stata proposta questa interpretazione, gli Autoferrotranvieri non derivano affatto da altri gremi già esistenti (i Viandanti) o esistiti (i Carradori). Come ricostruisce Bruno Lombardi, esperto di tradizioni popolari, semplicemente gli Autoferrotranvieri possono essere considerati figli ed eredi di una delle più grandi conquiste dell’Uomo, la Rivoluzione Industriale.
Le maestranze riconducibili al gremio comprendono così non solo motoristi ferrovieri e tranvieri, ma anche automobilisti, piloti e viaggiatori in generale.
Sin da subito il neonato gremio era legato a doppio filo con San Cristoforo Martire, diventato patrono del sodalizio e a cui i sassaresi sono sempre stati particolarmente devoti. Il santo veniva

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati