Sassari, entro l’anno duecento migranti sulla strada


Di Gian Franco Addis
Pubblicato nel N° 42 del 17.12.2018

Entro l’anno saranno circa duecento i migranti che vivranno per le strade di Sassari. È un dato che non può lasciare indifferenti ed è l’effetto prodotto dal decreto «sicurezza», varato dal Governo (ricorrendo al voto di fiducia) ed entrato in vigore con la firma del capo dello Stato, che modifica diverse norme su asilo, immigrazione, cittadinanza e sicurezza.
Tutti gli immigrati titolari di un permesso di soggiorno per motivi umanitari saranno allontanati dai Cas (Centri di accoglienza straordinaria) e non potranno più usufruire dell’accoglienza negli Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) il cui accesso sarà limitato solo a chi ha già ricevuto la protezione internazionale e ai minori non accompagnati.
Si prefigura una situazione che stravolgerà l’esistenza di centinaia di persone che vedranno come unica destinazione la strada. Tra questi chi ha già ottenuto il permesso di soggiorno

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Clicca qui per . Non sei registrato? Registrati