Una Chiesa in cammino

Di + Gian Franco Saba, Arcivescovo
Pubblicato nel N° 19 del 22.04.2018

L’immagine del pellegrinaggio esprime bene il cammino della nostra Chiesa Turritana, in particolar modo quello pastorale di questi ultimi mesi. In una settimana, sono due le occasioni nelle quali, come popolo santo di Dio, ci siamo messi e ci metteremo in cammino. Nella notte tra il sabato e la domenica di Pentecoste, dopo la solenne Veglia in Cattedrale, nel solco di una antica tradizione, ho avuto la gioia di guidare il pellegrinaggio sino alla tomba dei Martiri Turritani, nella Basilica di San Gavino a Porto Torres.
Nella notte, attraverso una strada lunga e impegnativa, l’icona del popolo che cammina con il pastore andando a riscoprire le radici della propria fede, è significativa, ed esprime molto bene il cammino di una Chiesa in attesa della luce e dello Spirito, e in ascolto dei testimoni della fede, quali i Martiri fondatori di questa Chiesa, rendendoci loro discepoli.
I Martiri sono testimoni credibili e appassionati dell’amore a Cristo. Il Martirio, infatti, non è solo testimonianza di fedeltà resa a Dio, ma è anche testimonianza al mondo del vero volto di Dio, un Dio di amore che, nella persona di quanti hanno dato la vita per la fede, si rivela al mondo come Colui che dona se stesso incondizionatamente. Anche noi siamo chiamati a riconoscere il Martirio oggi presente in tante parti del mondo. A riconoscere

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati
[Abbonati per leggere tutte le pagine di Libertà]