Nostra Signora delle Grazie, custode del cammino pastorale

Di Don Alessandro Pilo
Pubblicato nel N° 16 del 01.05.2018

Nella tradizione annuale che convoca sempre più sassaresi e non solo alla Celebrazione Eucaristica quotidiana così come, in maniera ancora più considerevole, alla processione di fine maggio, anche quest’anno ci prepariamo come chiesa di Sassari a vivere nella preghiera la devozione a Nostra Signora delle Grazie perché custodisca e accompagni il cammino pastorale diocesano.
“Si compia in me la Tua parola” (Lc 1,38). È a partire dalle stesse parole di Maria che possiamo cogliere il desiderio dell’Arcivescovo nell’affidare alla Madre di Dio la comunità Turritana, come una sorta di movimento circolare che a lei ritorna nello stesso modo in cui ha pronunciato il bellissimo affidamento al Padre

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati
[Abbonati per leggere tutte le pagine di Libertà]