“Anglona-Coros. Terre di tradizioni”

Di Franco Spada
Pubblicato nel N° 16 del 01.05.2018

Con la firma il 19 aprile dell’Accordo di Programma da parte dei Presidenti delle Unioni dei Comuni dell’Anglona-Bassa Valle del Coghinas e del Coros, dell’Amministratore straordinario della Provincia di Sassari, dell’Assessore regionale alla Programmazione e del Presidente della Regione, il Progetto di sviluppo locale “Anglona Coros. Terre di Tradizioni” ha avuto il suo suggello formale e l’abbrivio alla fase operativa. Il Progetto nasce dal convergere delle volontà di tanti attori: in primo luogo i 23 Comuni delle due Unioni, che rappresentano la “cintura” che abbraccia l’area metropolitana di Sassari, da Putifigari a S. Maria Coghinas, e la pone in relazione con i territori più interni del nord-ovest dell’isola, e contano una popolazione di 54.000 abitanti. Poi l’Assessorato regionale alla programmazione, che ha coordinato tutto il lavoro preparatorio e curato la sua validazione da parte della cabina di regia regionale, passo necessario per dare “ali” finanziarie alle idee e ai progetti sia pubblici che privati. Infine, un forte partenariato istituzionale e sociale: la Camera di Commercio, le rappresentanze delle imprese e dei lavoratori; le due Diocesi nel cui territorio ricadono i Comuni, Sassari e

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati
[Abbonati per leggere tutte le pagine di Libertà]