In preparazione al Sinodo dei Giovani: la resa dei conti

Di Don Mario Simula
Pubblicato nel N° 29 del 01.08.2017

Dobbiamo rispondere alla Chiesa dicendo quale’è, di fatto, la situazione dei giovani nella nostra Diocesi. Il tempo è imminente. Non ci preoccupa la scadenza. Ci fa riflettere quanto dobbiamo dire.
Intanto diremo la verità, diversamente non diamo il contributo chiesto e non aiutiamo nessuno a conoscere quel minuscolo spazio di realtà giovanile presente nel nostro mondo e che corrisponde alla nostra situazione.
Successivamente dobbiamo entrare nel merito. I dati sono semplici. Fin troppo.
Da anni ormai siamo obbligati a fare un bilancio del mondo giovanile doloroso, soprattutto se visto dall’angolo visuale della nostra accoglienza nei loro confronti.
I giovani esistono. I giovani bussano alla porta, anche se non ci chiedono di entrare in un gruppo. I giovani ci manifestano, con ogni linguaggio possibile, il loro malessere. Con altrettanta forza ci fanno comprendere che in loro c’è un “bisogno di Dio” immenso. Forse non sanno dargli un nome. Questo non impedisce

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati
[Abbonati per leggere tutte le pagine di Libertà]