Angelo e Marcello Diaconi


Di Sarah Pinna
Pubblicato nel N° 17 del 09.05.2017

L’Arcivescovo, nel tracciare una breve scheda vocazionale dei due candidati all’Ordine del Diaconato, Angelo Farina, della Parrocchia dell’Assunzione di Maria Vergine, in Florinas, e Marcello Piredda, della Parrocchia di San Pantaleo, in Sorso, ha voluto cogliere alcuni elementi biografici, che li accomuna: il nome dei papà, Mario, il ruolo di catechiste delle mamme, Antonella e Gavina, l’essere entrambi unici figli maschi, l’avere una sorella, Elisa e Valentina, infine l’essere stati formati negli stessi Seminari, insieme per alcuni anni sia nell’Arcivescovile di Sassari che nel Regionale di Cagliari. Tanti piccoli segni e tratti significativi nel percorso. Sono giunti insieme al Diaconato con diverso passo: Angelo dopo il regolare quinquennio di teologia e la frequenza del sesto anno, ordinato all’approfondimento formativo e all’esercizio dei ministeri del Lettorato e dell’Accolitato; Marcello dopo l’esperienza di due anni nelle parrocchie di San Francesco, a Ittiri, e di San Pantaleo, in Sorso. Il ritardo di Marcello è dovuto ad un periodo particolare, quando dovette ricuperare un bel po’ di esami arretrati. Per entrambi, l’ultimo indispensabile impegno è stata la stesura della tesina per conseguire il Baccellierato in Teologia.
Doveroso aggiungere che l’Arcivescovo ha anche ricordato gli altri due loro compagni di corso

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati