“Io sono con voi”, il messaggio del Crocifisso Risorto


Di Padre Paolo Atzei, Arcivescovo
Pubblicato nel N° 14 del 11.04.2017

Veniamo dall’esperienza della Quaresima cristiana, lunga e laboriosa. Per il suo significato iniziatico, che la fa nascere nel IV secolo d.C. e proporre come paradigma di catecumenato. Per imparare ad essere cristiani, farsi battezzare, venire immersi nel mistero della Morte e della Risurrezione di Gesù Cristo. Per vivere e crescere nella consapevolezza di avere con Lui, come discepoli, una relazione così unica, totale, forte, da caratterizzare tutta l’esistenza.
Veniamo anche dall’esperienza quaresimale della Scuola della Parola, nella cattedrale di Sassari, e ripresa dopo un anno interlocutorio, ossia di attesa per vedere qualche frutto degli oltre dieci anni di ‘lezioni’ sulla Parola. Esperti nell’ascoltarla. Esperti nel meditarla e pregarla. Esperti nel praticarla. Un’esperienza, questa, conclusasi con la celebrazione del Sacramento della Riconciliazione. Il tutto, alla luce del Vangelo di Matteo, la cui lettura domenicale accompagna

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati