39° Convegno nazionale delle Caritas diocesan

Di Alessandro Fiori, delegato Caritas Turritana
Pubblicato nel N° 13 del 04.04.2017

Il 27 marzo a Castellaneta (TA) si è aperto il 39° Convegno nazionale delle Caritas diocesane italiane: Per uno sviluppo umano integrale. Quattro giorni di riflessione, formazione, ascolto e confronto.
Si è aperto con il saluto del Presidente della Italiana, Sergio Mattarella, il quale, riconoscendo l’impegno solidale e benefico del paese vissuto come in una grande famiglia, ha affermato che è necessario ridurre le ingiustizie superando l’individualismo in una comunità più giusta che offre pari opportunità e ha come fine lo sviluppo economico su base sociale.
Il Cardinale Francesco Montenegro, Presidente della Caritas Italiana, salutando gli oltre 600 delegati delle 155 Caritas diocesane presenti, ha posto l’accento su come gli operatori Caritas devono sentirsi chiesa e manifestare amore verso il prossimo, sporcarsi le mani non solo nell’elargire servizi ma come persone specializzate in società, sempre a stretto contatto con l’uomo e con la sua umanità. La Caritas c’è per ricordare che l’uomo è e deve essere al centro di ogni politica e azione sociale.
Di particolare rilevanza le due relazioni che hanno testimoniato

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati
[Abbonati per leggere tutte le pagine di Libertà]