Per i più poveri: finalmente un aiuto per uscire dalla miseria


Di Miriam Ruggiu
Pubblicato nel N° 11 del 21.03.2017

“Se offrirai il pane all’affamato, se sazierai chi è digiuno, allora brillerà fra le tenebre la tua luce, la tua tenebra sarà come il meriggio” (Isaia 58, 10).
Memori di questa Parola, che per ogni cristiano è promessa di vita, abbiamo iniziato questo nuovo cammino quaresimale, accogliendo l’invito alla conversione, attraverso alcuni strumenti come: la preghiera, il contatto diretto, vivo, con il Signore, il digiuno, l’ascolto della nostra fragilità e miseria. Questi mezzi ci guidano all’elemosina, che è accoglienza ed aiuto dell’altro in ogni sua dimensione, soprattutto quella bisognosa.
E proprio in questo tempo di cammino quaresimale viene approvata al Senato la legge delega per il contrasto alla povertà e il riordino delle prestazioni sociali. Una speranza ed un aiuto, quindi, alle tante famiglie italiane che si trovano in condizioni di grave povertà, a cui la Chiesa in generale, e la nostra Diocesi in particolare, ogni giorno sta accanto attraverso diversi servizi e modalità. Ora le famiglie più povere potranno avvalersi di questo importante ed universale sostegno dello Stato a loro rivolto.
Il primo e fondamentale strumento di aiuto sarà il

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati