La Faradda più bella nel nome dell’Assunta

Una Faradda che entra nella storia. Non solo perché segna il ritorno a una normalità che sembrava lontana appena un anno fa: la pandemia ha azzerato le nostre esistenze per quasi 24 mesi, tanto che anche la Discesa dei Candelieri ha segnato uno stop, totale nel 2020 e parziale, solo con i grandi ceri che entravano a Santa Maria, nel 2021. Stavolta la festa di popolo è tornata. Impossibile stabilire un numero preciso del pubblico che ha assistito ai balli dei candelieri. Senza dubbio però è stata una Faradda vera, quella che abbiamo sempre conosciuto. Che entra nella storia anche per un altro motivo: la comunità gremiale da quest’anno partecipa al completo alla Festha Manna. Con i due nuovi ceri votivi, quelli dei Braccianti e degli

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati