Festa dei Martiri, all’origine dell’esperienza cristiana

Il 25 ottobre è una data importante per la nostra arcidiocesi: nel 303 dopo Cristo, san Gavino moriva, pieno testimone della fede, e passava a una nuova vita. Secondo la tradizione, in quella data, san Gavino veniva decapitato sulla roccia sulla quale, oggi, sorge la chiesa di Santu Bainzu Ischabizzaddu (Balai Lontano). Dopo pochi giorni, veniva raggiunto da san Proto e da san Gianuario. Con il tempo, il 25 ottobre è diventata una giornata molto sentita, in particolare dalla città di Porto Torres, caratterizzata dalla Messa davanti alla chiesa del martirio e la conclusione, in Basilica, con la solenne celebrazione presieduta dall’arcivescovo, concelebrata dai sacerdoti del capitolo metropolitano, dai parroci della città e della diocesi. I patroni della nostra diocesi sono tre, una particolarità sottolineata da monsignor Gian Franco Saba, durante l’omelia della Messa celebrata nella Basilica dei Santissimo Martiri. Pur provenendo da esperienze diverse,

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati