Sinodalità, una via di rinascita

«Preferisco una Chiesa accidentata, ferita e sporca per essere uscita per le strade, piuttosto che una Chiesa malata per la chiusura e la comodità di aggrapparsi alle proprie sicurezze. Non voglio una Chiesa preoccupata di essere il centro e che finisce rinchiusa in un groviglio di ossessioni e procedimenti». Si potrebbe discutere per intere settimane sulle motivazioni per un cammino sinodale nella Chiesa. Ma è sufficiente leggere queste poche righe tratte da Evangelii Gaudium per comprendere che questo cambiamento è necessario prima di tutto per salvare la Chiesa stessa dalle proprie «ossessioni» e dai propri «procedimenti». Il sinodo non è un evento, ma un processo, una modalità di vivere la Chiesa; è il cammino ecclesiale che tutti devono fare insieme. La Chiesa delle origini, che stiamo riscoprendo nel processo comunitario di

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati