Caritas, povertà e dipendenze le emergenze del territorio


Di Gian Franco Addis
Pubblicato nel N° 41 del 18.11.2019

La Giornata mondiale dei poveri, alla terza edizione, è una tappa dell’anno che invita alla riflessione sulla povertà, considerata a buon diritto una delle condizioni di maggiore sofferenza dell’uomo. In questa ricorrenza tutti sono invitati a domandarsi cosa sia la povertà, quali siano le povertà e chi sono i poveri di oggi. Sollecitati dal senso del messaggio di Papa Francesco, che ha voluto fortemente l’istituzione di questa Giornata, e convinti dell’attualità e della verità profonda che manifestano le parole del salmo dedicato alla ricorrenza – «La speranza dei poveri non verrà mai meno» – ci si sente chiamati a dare il proprio contributo per restituire la speranza perduta a chi, vittima dell’ingiustizia, vive nella sofferenza e nella precarietà. Sono i temi al centro di una tavola rotonda che la Caritas diocesana ha promosso i giorni scorsi facendo incontrare, nel salone parrocchiale di Cristo Redentore,

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati