La scienza al servizio del territorio


Di Gian Piero Farena
Pubblicato nel N° 27 del 15.07.2019

Carlo Pensavalle, ricercatore del dipartimento di chimica e farmacia dell’università di Sassari, è dal 2017 delegato del rettore per la formazione degli insegnanti e i rapporti con le scuole. Nell’ambito della sua funzione, riveste anche l’incarico di direttore del percorso formativo di ateneo con cui acquisire i crediti formativi per l’accesso al concorso di abilitazione all’insegnamento, che a Sassari è al suo secondo anno di vita e conta oltre mille iscritti.
Parallelamente a tale attività, dal 2018, insieme alla professoressa Rossella Filigheddu, delegata del rettore per la didattica e l’orientamento, Pensavalle ha collaborato alla costituzione di due reti di scuole: una comprende tutti gli istituti secondari superiori dell’ambito territoriale di Sassari, Alghero e Porto Torres, l’altra quelli dell’ambito territoriale di Olbia e della Gallura. Tali reti permettono di attivare le azioni del progetto «Por-Fse Regione Sardegna 2014 – 2020», con riferimento all’area dell’istruzione e della formazione, che ha lo scopo di contrastare l’abbandono scolastico e favorire l’orientamento agli studi universitari.
«È proprio nell’ambito di questo progetto – spiega Carlo Pensavalle – che sono il responsabile degli eventi di “Scienza in piazza”, una manifestazione che per il biennio

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati