Management pastorale, concluso il percorso di studi


Di Cristian Li Pira
Pubblicato nel N° 13 del 01.03.2019

Il 19 e 20 febbraio dell’anno scorso iniziava a Sassari l’edizione della Sardegna della Scuola internazionale di management pastorale. Dopo un anno, il 25 e 26 marzo scorsi, si sono svolti, a conclusione di questo percorso, gli esami finali che hanno coronato l’impegno e la partecipazione di molti studenti. Un’avventura formativa intensa che si è snodata tra incontri tenutisi a Sassari una volta al mese, a cui si sono aggiunte due esperienze residenziali: una spring school a Roma dal 7 al 10 marzo 2018 nella Pontificia università lateranense (promotrice e organizzatrice della Scuola insieme alla cooperativa Creativ Cise e all’arcidiocesi di Sassari) e una summer school svoltasi tra Stintino, Porto Torres e Sassari dal 3 al 9 giugno scorsi.

La scuola internazionale di management pastorale

Questo percorso formativo, giunto alla nona edizione, considerando le diverse scuole attivate in giro per l’Italia, intende formare chi opera nella pastorale (vescovi, responsabili degli uffici di curia, parroci e viceparroci ma anche religiosi e religiose, laici, volontari, insegnanti, educatori) dando nuovi approcci, metodologie e tecniche per prevenire e risolvere ostacoli ma anche per saper innovare e creare nuove opportunità pastorali. La Scuola nasce dalla consapevolezza che parrocchie, diocesi, enti e tutte le organizzazioni profit e non profit che si muovono

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati