Al «Wojityla» di Garrucciu il Milano International


Di Antonio Meloni
Pubblicato nel N° 42 del 17.12.2018

In anni difficili ha saputo reinterpretare la missione universale della Chiesa e contribuito ad abbattere, anche materialmente, il muro che allora divideva l’Europa. Ha recuperato al Vecchio continente le radici autenticamente cristiane, ma è stato anche un pastore straordinario, un grande comunicatore e uomo capace di genuina e singolare creatività. A Karol Wojtyla è dedicato il saggio con il quale i giorni scorsi Gianni Garucciu, giornalista e scrittore, si è aggiudicato il podio più alto del prestigioso «Milano International» il premio ideato dall’associazione Pegasus Cattolica che organizza e promuove eventi culturali considerati icone del panorama letterario internazionale. Un lavoro meticoloso e paziente, durato otto mesi, durante i quali Garrucciu, per anni responsabile della sede Rai di Sassari, ha raccolto le testimonianze di ventiquattro personaggi che a vario titolo sono stati legati al pontefice. Nel volume «Giovanni Paolo II, l’uomo che ha cambiato gli uomini», edito da Rai Eri, Gianni

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Clicca qui per . Non sei registrato? Registrati