Pigliaru scrive a Conte. Stop alla chimica verde


Di Michele Spanu
Pubblicato nel N° 40 del 02.12.2018

La notizia era nell’aria da diverso tempo, ma ora è arrivata l’ufficialità. Gli investimenti per la chimica verde sono su un binario morto. Le aziende Novamont e Versalis hanno dichiarato alla Regione Sardegna che non sussistono più le condizioni per garantire il rispetto del Protocollo di intesa firmato nel 2011 e proseguire così con l’attuazione del progetto Matrìca. Le due società, come è noto, avevano dato vita ad una joint venture per la creazione di un polo nazionale della chimica verde a Porto Torres: un investimento da 700 milioni di euro per dare vita a una filiera che, a partire dagli oli vegetali, avrebbe dovuto portare alla realizzazione di plastiche bio. Ma i dissidi interni tra le due società ora rischiano di far saltare tutto. La Regione da mesi è al lavoro per tentare di sbloccare lo stallo con un pressing costante

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati