Ascoltare i territori


Di Michele Spanu
Pubblicato nel N° 38 del 19.11.2018

La vicenda del Policlinico Sassarese è, in ordine di tempo, l’ultima grande battaglia che ha visto coinvolti diversi settori della società civile: i cittadini (cioè i pazienti), i sindacati, la politica locale e i rappresentanti delle istituzioni come la prefettura e la presidenza del Consiglio regionale. La controparte, se così si può definire, è stata rappresentata dalla Regione e in particolare dall’assessorato regionale della Sanità. Se provassimo a rileggere questa vertenza, andando al di là dei ruoli e delle legittime richieste delle parti interessate, potremmo trovare elementi in comune con altre grandi questioni irrisolte che caratterizzano il territorio del nord-ovest. Proviamo a elencarne alcune: le mancate bonifiche nella zona industriale di Porto Torres, il non riconoscimento del ruolo di Sassari come città metropolitana, i dubbi ministeriali sul completamento a quattro corsie della Sassari-Alghero. Ecco, in ognuna di queste vertenze

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati