Continua il percorso di formazione per i laici


Di Pierangelo Casu
Pubblicato nel N° 15 del 24.04.2018

Venerdì 20 Aprile, nell’auditorium del Seminario Arcivescovile, sono proseguiti gli incontri formativi degli operatori pastorali con il p. Emilio Magaña, S.J.. Circa 120 i partecipanti. Il tema dell’incontro riguardava le sfide per l’educatore, la sua funzione ed i valori che deve perseguire, spiritualità, psicologia e pedagogia. Dopo i saluti e la presentazione di Mons. Giancarlo Zichi, il relatore ha introdotto i lavori analizzando i giovani d’oggi, soffermandosi sulla loro immaturità e sul fatto che abbiano perso di moralità e rispetto verso gli adulti. Quindi si domandava se gli adulti sono sempre disposti ad analizzarsi come davanti ad uno specchio e se sono capaci di essere attendibili. Prendendo spunti dagli Esercizi Spirituali di Sant’Ignazio, p. Emilio pone delle domande: io voglio seguire il Signore? Il mio lavoro è solo tecnico?. La mediocrità attuale mi porta a fare le cose a metà? Io, come educatore pastorale, so cosa significa accompagnare le persone? Io come catechista, come religioso/a, mi rendo conto della terribile responsabilità di formare i cristiani? Io, come genitore, nel modo di avvicinare i miei figli, sono consapevole della responsabilità di annunciargli il Regno di Dio? Io come operatore pastorale conosco quali sono i miei sentimenti negativi? So quali sono i punti da smussare, da correggere? Io mi rendo conto che, come religioso/a, educatore, operatore, genitore, ecc. ho bisogno dei miei momenti di solitudine per poter fare un esame di coscienza, una verifica sui miei

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati