Il saluto di Padre Paolo, con semplicità


Di Gian Franco Addis
Pubblicato nel N° 34 del 03.10.2017

Il frate semplice ha salutato la città che il 31 ottobre del 2004 lo aveva accolto come nuovo Arcivescovo. Quel giorno il frate Vescovo proveniente dalla Chiesa di Tempio-Ampurias, iniziava il suo ministero episcopale alla guida della chiesa turritana subentrando al compianto Mons. Salvatore Isgrò.
Oggi a distanza di 13 anni è lui a passare il pastorale al giovane Vescovo Gian Franco, arrivato da quella stessa chiesa suffraganea in cui proprio il Vescovo Paolo lo aveva ordinato Sacerdote.
È così che con semplicità – ma nella solennità della SS Messa nella Festa Liturgica dei Santi Arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele – Padre Paolo ha ringraziato tutta la Chiesa turritana espressa nelle sue componenti: a partire dai vicari che lo hanno affiancato fino ai singoli gruppi e associazioni.
Nella sua riflessione, maturata nella meditazione della Parola di Dio e

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati