In preparazione al Sinodo dei Giovani/3


Di Don Mario Simula
Pubblicato nel N° 22 del 13.06.2017

“Vuoi che inizi a credere, vuoi che creda? Mostrami chi sei. Mostrami di che fede sei. Fammi sperimentare e toccare con mano la tua fede, la tua adesione a Gesù Cristo”. È la domanda-bisogno che i giovani mettono oggi agli adulti laici, preti o vescovi.
Il dogma, come verità di fede, certa e definitiva, non trova spazio nella loro vita. Ne trova invece l’esperienza. Simile a quella che Gesù fa fare ai primi due, lungo le rive del Giordano dove Giovanni il Battista educa alla penitenza.
Sapere dove Gesù ha posto la sua dimora è un’esigenza irrinunciabile per chi sta cercando il senso della sua vita. L’invito all’esperienza diretta col cuore e col corpo raffigura l’esigenza spesso

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati