I Pallottini declinano l’impegno per Codrongianos

Di + Padre Paolo Atzei, Arcivescovo
Pubblicato nel N° 20 del 30.05.2017

Nei giorni successivi alla Beatificazione di Elisabetta Sanna, scrivevamo: “A quando i Pallottini a Codrongianos?”, alludendo ad un progetto intuito e abbozzato la sera prima dell’Evento a Saccargia, ossia il 16 settembre, durante la cena offerta dall’arcivescovo in episcopio. Sembrava essere cosa buona e giusta per la Diocesi, attraverso la Comunità cristiana di Codrongianos, intitolata alla Conversione di San Paolo, che in futuro potesse contare sulla presenza dei figli di San Vincenzo Pallotti, per promuovere la spiritualità dell’Apostolato Cattolico tutta centrata sulla missione evangelizzatrice ad extra verso tutti gli infedeli e ad intra per ravvivare la fede dei battezzati, infine con le opere di misericordia corporali e spirituali.
In quei giorni, l’entusiasmo per portare a compimento il progetto era davvero grande. Infatti, nei mesi successivi, lo stesso Rettore don Jacob faceva tutto il possibile per giungere, prima della fine del mandato episcopale del nostro Arcivescovo, per dare corpo e gambe all’iniziativa, contattando la Provincia africana della Sacra Famiglia, perché accogliesse la proposta dell’affidamento della parrocchia di Codrongianos a due

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati
[Abbonati per leggere tutte le pagine di Libertà]