Quaresima, tempo di penitenza e umiltà

Di Don Francesco Marruncheddu
Pubblicato nel N° 9 del 07.03.0217

Cenere. Inizia così il cammino della Quaresima. “Ricordati che sei polvere, e in polvere ritornerai”., “Convertiti, e credi al Vangelo”, dice il Sacerdote nell’atto di imporre quelle briciole di cenere sul capo del fedele, che si riconosce penitente. Una celebrazione che costituisce la linea di demarcazione tra il “tempo ordinario” (e più marcatamente, dal laico carnevale) al sacro tempo di Quaresima, spazio sacro di quaranta giorni che la Chiesa ci offre come momento propizio di conversione dal peccato. Un gesto antico, quello delle Ceneri. Austero. Che ci parla di penitenza ed umiltà.
La sua origine è da ricercarsi nell’antica prassi

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati
[Abbonati per leggere tutte le pagine di Libertà]