Sull’esempio di Gavino, Proto e Gianuario

La Chiesa di Sassari in cammino nel segno dei martiri turritani Gavino, Proto e Gianuario. Mai come quest’anno l’interpretazione di una Chiesa sinodale, che sa camminare unita e insieme, è stata affidata all’immagine quasi oleografica del pellegrinaggio compiuto nella notte tra sabato 4 e domenica 5 giugno scorsi per onorare, come ogni anno, i santi martiri turritani. Evento finalmente in presenza dopo due anni di stop a causa delle prescrizioni imposte dalle autorità sanitarie per far fronte alla diffusione

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati