La giornata diocesana dei catechisti

Una giornata intera per programmare, riflettendo sulle sfide da raccogliere negli anni a venire, ma soprattutto per rilanciare un servizio importante. Sabato 3 luglio, i catechisti della diocesi turritana si sono incontrati a Ottava, nella parrocchia del Santissimo Nome, non solo per meditare, ma anche per capire come dovrà essere l’educatore del terzo millennio. Dopo l’introduzione di suor Maria Carmela Tornatore, direttrice dell’Ufficio catechistico diocesano, che, affiancata dai collaboratori dell’equipe, ha tracciato le coordinate della giornata, i lavori hanno preso il via con la formazione dei gruppi che hanno dato vita ai laboratori distinti per area tematica. Nel primo pomeriggio, la visita e i saluti dell’arcivescovo Gian Franco e in serata la conclusione di un’esperienza coinvolgente. A coronamento della giornata, il racconto, in prima persona, di una catechista che ha partecipato attivamente.

 

Una settimana prima, incuriosita, leggo il programma della Giornata diocesana degli operatori pastorali della catechesi, nella speranza che non sia un incontro di formazione convenzionale perché sento di aver bisogno di qualcosa di diverso. Così mi presento puntuale nella parrocchia del Santissimo Nome di Gesù, a Ottava, quando vengo accolta da un gruppo di volontarie che offrono caffè, dolci e bibite, rendendo l’accoglienza veramente piacevole. Avverto immediatamente lo spirito di fraternità e lo stesso spirito lo ritrovo nella sala dell’incontro comunitario con un sottofondo musicale che permette il momento di raccoglimento che precede la preghiera guidata da don

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati