Ritiro del clero, come la prima comunità cristiana

Si è svolto giovedì 14 gennaio nella chiesa cattedrale il primo ritiro del clero dell’anno appena cominciato, ancora una volta nel rispetto delle ormai note norme anti-covid. Questo appuntamento, normalmente a cadenza mensile, rappresenta per i sacerdoti e i diaconi diocesani un momento importante di ascolto della parola, di riflessione e di preghiera, che permette di sentirsi negli intenti e nell’operato un cuor solo e un’anima sola. In sintonia con il precedente appuntamento di dicembre, ugualmente in Cattedrale, anche questo mese il libro degli Atti degli apostoli, testo che il vescovo ha consegnato alla diocesi come il timone che permette alle vele del cuore di riempirsi del vento dello spirito, è stato il centro catalizzatore.
Nel cammino diocesano, infatti, l’esperienza delle prime comunità cristiane, descritta attraverso lo sguardo e la penna dell’evangelista Luca, vuole porsi come paradigma della comunione e missione della Chiesa, per formare, accrescere e vivificare il tessuto di fede

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati