Bitti, parroco e sindaco in prima linea


Di Alessandro Mele
Pubblicato nel N° 45 del 14.12.2020

Le voci di dolore di un intero paese potrebbero riassumersi nell’abbraccio del parroco di Bitti don Totoni Cossu. Due braccia larghe quanto il Mondo che avvolgono idealmente le famiglie colpite dal dolore e che ringraziano chi riporta in vita, dal disastro del fango, il paese che ha dato i natali a Giorgio Asproni. «La pioggia sempre più insistente del sabato mattina – racconta don Totoni Cossu – ci ha dato subito segnale di come purtroppo sarebbe andata a finire. Sono stati momenti di angoscia e preoccupazione trasformati in vere e proprie scene di dolore una volta sopraggiunta la notizia dei morti e dei dispersi. Con coraggio – prosegue il parroco di Bitti – abbiamo cercato di reagire subito mettendoci senza un attimo di sosta a spalare tonnellate di fango e da quello che vedo ho l’impressione che non ci sia casa o

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati