Ritiro del clero, intervista a don Gianni Longo


Di Antonio Meloni
Pubblicato nel N° 25 del 29.06.2020

Nell’ambito del primo ritiro del clero dopo l’emergenza sanitaria, svoltosi in presenza nella struttura di San Giorgio, sede della Fondazione Accademia, era ospite a Sassari, i giorni scorsi, don Gianni Longo, parroco di Santa Maria in Campitelli, a Grottaglie, vicino Taranto. Il tema proposto da don Gianni per la riflessione con i confratelli sassaresi, è molto attuale: si tratta di analizzare il ruolo del prete nell’era digitale per capire quali siano modi e stili di una evangelizzazione nuova, in sintonia con le innovazioni introdotte dal progresso tecnologico. Va detto al riguardo che durante le settimane del lockdown, il ricorso alla Grande rete e ai social ha caratterizzato tanta parte della comunicazione veicolata dalla Chiesa verso i fedeli. Nella diocesi pugliese, don Gianni è partecipe di un percorso pastorale che presenta molte analogie con quello avviato dal vescovo Gian

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati