Libertà, testimone imparziale del ‘900


Di Giuseppe Zichi
Pubblicato nel N° 23 del 15.06.2020

Sono passati oramai 110 anni da quando nel lontano 1910 venne fondato il giornale «La Libertà». La rilettura di molti dei suoi articoli ha permesso di approfondire diversi aspetti ancora inediti del Novecento sardo. Le loro firme testimoniano anche il peso che il giornale ebbe nell’iniziare al dibattito culturale e politico alcuni giovani che ebbero un ruolo significativo nella vita politica italiana della seconda metà del Novecento.
Studiare la vita oramai più che centenaria di questo giornale permette di cogliere altresì il modo in cui la Chiesa ha vissuto i momenti di snodo più caratterizzanti il «secolo breve»: si pensi, tra i più significativi, ai due conflitti mondiali e all’avvio dell’esperienza repubblicana in Italia e a un avvenimento epocale come il Concilio che ebbe ripercussioni importanti non solo in ambito ecclesiale. Dall’analisi dei suoi

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati