Autismo, in piazza per un amico speciale


Di RedL
Pubblicato nel N° 14 del 08.04.2019

«Aspettando… il 2 aprile», evento legato alla Giornata mondiale di consapevolezza sull’autismo, organizzato dall’Angsa (Associazione nazionale genitori di soggetti autistici) di Sassari, è arrivato quest’anno alla sua quinta edizione. Un calendario ricco di eventi si è aperto sabato 30 marzo con l’iniziativa «Per un calcio inclusivo», promossa all’oratorio salesiano di Latte dolce, dove le squadre della società «Don Bosco calcio a 5» sono scese in campo per l’inclusione e i piccoli giocatori, insieme ad arbitri, dirigenti e genitori, hanno indossato il fiocco blu, simbolo dell’autismo.
Pomeriggio di sport e divertimento, in un quartiere difficile, che ospita una bella realtà, tra le poche a livello nazionale, in cui alcuni ragazzi con disturbo dello spettro autistico sono inseriti a pieno titolo nelle squadre. Il programma delle iniziative è proseguito domenica 31 marzo con il Basket blue day «Un canestro per l’autismo». Per la seconda volta, l’Angsa ha aderito all’iniziativa entrando in campo con uno striscione prima della partita Dinamo Sassari – Segafredo Virtus Bologna. Durante l’incontro, al Palaserradimigni, giocatori, dirigenti e spettatori hanno indossato il consueto fiocchetto blu. Il 2 aprile, giornata clou: al mattino l’iniziativa «In piazza per un amico speciale» alla quale hanno partecipato i bambini della scuola dell’infanzia, gli studenti delle scuole,

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati