XVI Premio Maria Carta, tra religione e musica


Di Luca Foddai
Pubblicato nel N° 30 del 04.09.2018

“Maria, una delle figlie più luminose della Sardegna, ha cantato la bellezza della nostra terra”. Con queste parole l’arcivescovo di Sassari, monsignor Gian Franco Saba, ha salutato i fedeli e le autorità che sabato 1 settembre hanno seguito la concelebrazione eucaristica nella chiesa parrocchiale di Santa Vittoria a Siligo. Una giornata dedicata al Premio Maria Carta, che quest’anno ha toccato la XVI edizione, con un ritorno nel paese che ha dato i natali alla voce più famosa della Sardegna. E proprio nella piazza intitolata a Maria Carta, scomparsa per un male incurabile nel 1994 a 60 anni, si è svolto l’appuntamento musicale nel corso del quale sono stati consegnati sette riconoscimenti. Il Premio Maria Carta è assegnato ogni anno a grandi personalità, sarde, italiane e internazionali. Ad anni alterni varca

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati