“Nulla è impossibile a Dio”. Il viaggio pastorale del Santo Padre a Milano


Di Don Francesco Marruncheddu
Pubblicato nel N° 12 del 28.03.2017

È a detta di tutti il Viaggio pastorale più riuscito del suo pontificato. Quello a Milano, lo scorso 25 marzo, rimarrà nella storia non solo come la prima visita di Bergoglio nella città-simbolo del nord Italia e nella più grande arcidiocesi del mondo, ma un vero bagno di folla, con milioni di fedeli che hanno seguito il Papa, Francesco, accompagnato dal Cardinale Arcivescovo, Angelo Scola, nelle numerose tappe di una giornata così lunga e così armonica da sembrare un mese intero. Dove da un lato Milano ha accolto il Pontefice come nemmeno lui forse si aspettava, con entusiasmo e gioia poco nordica e molto vera, dall’altro, lui, Bergoglio, ha davvero dato il meglio di sè, con parole, gesti, momenti, discorsi, silenzi, sorrisi. Profetici ed essenziali. Proviamo a vederli.

Alle Case Bianche

La nebbia lascia posto al sole. La prima tappa della visita a Milano, dopo l’arrivo all’aeroporto di Linate, è nel quartiere Forlanini per l’incontro con le famiglie e i residenti delle 500 case popolari che attendono una riqualificazione. «È un grande dono per me: entrare nella

Devi eseguire l'accesso per visualizzare il resto del contenuto.Si prega . Non sei un membro? Registrati